Convenzione tra Fondazione e Trenitalia, rinnovate le agevolazioni tariffarie

La Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori ha stipulato una convenzione con Trenitalia attraverso la quale il paziente proveniente da fuori Regione Lombardia e un suo accompagnatore potranno usufruire dello sconto sull'acquisto di biglietti ferroviari per raggiungere l'Istituto e/o rientrare alle loro abitazioni.

Agevolazioni tariffarie
Sono valide per viaggi con destinazione e/o provenienza Milano fino al 31 dicembre 2020 (il 31 dicembre deve essere inteso come data ultima di acquisto del/dei biglietto/biglietti e non di viaggio). È prevista la riduzione del 20% sul prezzo della tariffa base.

Chi può beneficiare degli sconti
•    il paziente della Fondazione e un suo accompagnatore. Il paziente minore ha diritto allo sconto solamente per un genitore/accompagnatore. La convenzione si estende anche all’eventuale accompagnatore solo se viaggia al seguito del paziente;
•    il paziente che si reca di persona presso gli sportelli della Fondazione per una prenotazione;
•    il paziente che viene dimesso da un intervento ambulatoriale o da un ricovero. All'atto della prenotazione, dell'accettazione ambulatoriale o della dimissione dopo il ricovero, il paziente potrà chiedere il rilascio di un'attestazione che darà diritto ad usufruire degli sconti stabiliti dalla convenzione;
•    il paziente che viene chiamato per un ricovero o una prima visita, che potrà richiedere telefonicamente il rilascio del codice di prenotazione.

Su quali treni e per quali viaggi
La convenzione offre la possibilità, al paziente e a un suo accompagnatore, di acquistare biglietti con lo sconto del 20% sul prezzo base se adulti, in prima e seconda classe o per livelli di servizio Business, Premium e Standard, per tutti i treni del servizio nazionale della Divisione Passeggeri Long Haul di Trenitalia. Sono esclusi dalla convenzione i treni Regionali, il livello di servizio Executive e le vetture Excelsior (notturne). I biglietti emessi potranno essere di sola andata o solo ritorno o di andata e ritorno.
I biglietti devono avere Milano come destinazione dei viaggi di andata e come origine dei viaggi di ritorno e sono validi per viaggi da effettuarsi nel periodo compreso tra il secondo giorno antecedente e il secondo giorno successivo alla data riportata sulla lettera di convocazione per prestazione sanitaria o sulla lettera di dimissione rilasciata al paziente dalla Fondazione.
Lo sconto del 20% si applica al paziente e ad un suo accompagnatore.
Non sono ammessi cambi e rimborsi dei titoli di viaggio.

Dove acquistare i biglietti, come pagarli e ritirarli
I biglietti possono essere acquistati esclusivamente:
-    presso l’Ufficio Gruppi Trenitalia di Milano della Divisione Passeggeri, pagando con bancomat, carta di credito o con bonifico bancario. L’Ufficio Gruppi Trenitalia di Milano ha sede a Milano, all'interno della stazione di Milano Centrale, Piazza Luigi di Savoia n. 1, al 1° piano, binario n. 21, Scala F (visite su appuntamento con orario apertura: da lunedì a venerdì 9-12; 14-16). L’Ufficio è contattabile ai seguenti riferimenti:
e-mail: ufficiogruppi.mi@trenitalia.it,
telefoni: 02 63712165 / 2169 / 2181 / 2691 / 2310,
telefax: 02-63712178.
All’atto della prenotazione del viaggio, il paziente dovrà trasmettere via e-mail o fax all’Ufficio Gruppi copia del foglio di prenotazione. I biglietti emessi in modalità ticketless saranno inviati all’indirizzo e-mail o al numero di cellulare comunicati dall'utente all’Ufficio Gruppi, mentre i biglietti emessi in modalità cartacea dovranno essere ritirati presso l’Ufficio Gruppi di Milano negli orari di apertura;
-    presso l’Agenzia di viaggio Regent International s.r.l., incaricata dall’Istituto, pagando con carta di credito, alle seguenti sedi e numeri di telefono:
-    Via Appennini, 47 - 00198 Roma, telefono 06 874571
-    Via Albricci, 8 - 20122 Milano, telefono 02 72000507.
All’atto della prenotazione del viaggio, il paziente dovrà comunicare all’Agenzia il codice di prenotazione rilasciato dal front-office dell’ospedale; in caso di chiamata telefonica per ricovero il codice viene comunicato al paziente telefonicamente. L’Agenzia provvederà a verificare, prima dell’emissione del biglietto, l’esistenza del codice nella “banca dati dei codici” emessi dall’Istituto (al fine di evitare eventuali abusi o frodi), emetterà quindi il biglietto di viaggio, rilasciando al paziente un’attestazione specifica, che dovrà essere esibita a bordo del treno.

Indicazioni per l'esibizione del biglietto durante il viaggio
A bordo treno sarà necessario esibire al controllore:
•    il biglietto;
•    l’attestazione rilasciata dall’Istituto o dall’Agenzia. 

I viaggiatori in possesso del biglietto con lo sconto, trovati a viaggiare in giorni e su treni diversi da quelli ammessi, sono considerati come sprovvisti di biglietto. In mancanza della lettera di prenotazione o della lettera di dimissioni rilasciate dall’Istituto ovvero dell’attestazione con codice di prenotazione rilasciata dall’Agenzia il viaggiatore e il suo accompagnatore dovranno pagare la differenza tra il prezzo intero del biglietto e quanto pagato in base alla Convenzione INT più una soprattassa di 8,00 euro. Per quanto non espressamente disciplinato si rimanda a quanto previsto nelle “Condizioni Generali di Trasporto di Trenitalia” presenti sul sito www.trenitalia.com.

Responsabile della pubblicazione: Redazione web

Ultimo aggiornamento: 20/06/2019