Convenzione tra Fondazione e Trenitalia, rinnovate le agevolazioni tariffarie

Milano, 20 giugno 2019. La Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori ha stipulato una convenzione con Trenitalia attraverso la quale il paziente proveniente da fuori Regione Lombardia e un suo accompagnatore potranno usufruire dello sconto sull'acquisto di biglietti ferroviari per raggiungere l'Istituto e/o rientrare alle loro abitazioni.

 

Agevolazioni tariffarie

Sono valide per viaggi con destinazione e/o provenienza Milano fino al 31 dicembre 2021 (il 31 dicembre deve essere inteso come data ultima di acquisto del/dei biglietto/biglietti e non di viaggio). È prevista la riduzione del 20% sul prezzo della tariffa base.

 

Chi può beneficiare degli sconti

  • il paziente della Fondazione e un suo accompagnatore. Il paziente minore ha diritto allo sconto solamente per un genitore/accompagnatore. La convenzione si estende anche all’eventuale accompagnatore solo se viaggia al seguito del paziente;
  • il paziente che si reca di persona presso gli sportelli della Fondazione per una prenotazione;
  • il paziente che viene dimesso da un intervento ambulatoriale o da un ricovero. All'atto della prenotazione, dell'accettazione ambulatoriale o della dimissione dopo il ricovero, il paziente potrà chiedere il rilascio di un'attestazione che darà diritto ad usufruire degli sconti stabiliti dalla convenzione;
  • il paziente che viene chiamato per un ricovero o una prima visita, che potrà richiedere telefonicamente il rilascio del codice di prenotazione.

Su quali treni e per quali viaggi

La convenzione offre la possibilità, al paziente e a un suo accompagnatore, di acquistare biglietti con lo sconto del 20% sul prezzo base se adulti, in prima e seconda classe o per livelli di servizio Business, Premium e Standard, per tutti i treni del servizio nazionale della Divisione Passeggeri Long Haul di Trenitalia. Sono esclusi dalla convenzione i treni Regionali, il livello di servizio Executive e le vetture Excelsior (notturne). I biglietti emessi potranno essere di sola andata o solo ritorno o di andata e ritorno.

I biglietti devono avere Milano come destinazione dei viaggi di andata e come origine dei viaggi di ritorno e sono validi per viaggi da effettuarsi nel periodo compreso tra il secondo giorno antecedente e il secondo giorno successivo alla data riportata sulla lettera di convocazione per prestazione sanitaria o sulla lettera di dimissione rilasciata al paziente dalla Fondazione.

Lo sconto del 20% si applica al paziente e ad un suo accompagnatore.

Non sono ammessi cambi e rimborsi dei titoli di viaggio.

 

Dove acquistare i biglietti, come pagarli e ritirarli

I biglietti possono essere acquistati esclusivamente:

  • presso l’Ufficio Gruppi Trenitalia di Milano della Divisione Passeggeri, pagando con bancomat, carta di credito o con bonifico bancario. L’Ufficio Gruppi Trenitalia di Milano ha sede a Milano, all'interno della stazione di Milano Centrale, Piazza Luigi di Savoia n. 1, al 1° piano, binario n. 21, Scala F (visite su appuntamento con orario apertura: da lunedì a venerdì 9-12; 14-16). L’Ufficio è contattabile ai seguenti riferimenti:

e-mail: ufficiogruppi.mi@trenitalia.it,

telefoni: 02 63712165 / 2169 / 2181 / 2691 / 2310,

telefax: 02-63712178.

 

All’atto della prenotazione del viaggio, il paziente dovrà trasmettere via e-mail o fax all’Ufficio Gruppi copia del foglio di prenotazione. I biglietti emessi in modalità ticketless saranno inviati all’indirizzo e-mail o al numero di cellulare comunicati dall'utente all’Ufficio Gruppi, mentre i biglietti emessi in modalità cartacea dovranno essere ritirati presso l’Ufficio Gruppi di Milano negli orari di apertura;

  • presso l’Agenzia di viaggio Regent International s.r.l., incaricata dall’Istituto, pagando con carta di credito, alle seguenti sedi e numeri di telefono:
  • Via Appennini, 47 - 00198 Roma, telefono 06 874571
  • Via Albricci, 8 - 20122 Milano, telefono 02 72000507.

All’atto della prenotazione del viaggio, il paziente dovrà comunicare all’Agenzia il codice di prenotazione rilasciato dal front-office dell’ospedale; in caso di chiamata telefonica per ricovero il codice viene comunicato al paziente telefonicamente. L’Agenzia provvederà a verificare, prima dell’emissione del biglietto, l’esistenza del codice nella “banca dati dei codici” emessi dall’Istituto (al fine di evitare eventuali abusi o frodi), emetterà quindi il biglietto di viaggio, rilasciando al paziente un’attestazione specifica, che dovrà essere esibita a bordo del treno.

 

Indicazioni per l'esibizione del biglietto durante il viaggio

A bordo treno sarà necessario esibire al controllore:

  • il biglietto;
  • l’attestazione rilasciata dall’Istituto o dall’Agenzia.

I viaggiatori in possesso del biglietto con lo sconto, trovati a viaggiare in giorni e su treni diversi da quelli ammessi, sono considerati come sprovvisti di biglietto. In mancanza della lettera di prenotazione o della lettera di dimissioni rilasciate dall’Istituto ovvero dell’attestazione con codice di prenotazione rilasciata dall’Agenzia il viaggiatore e il suo accompagnatore dovranno pagare la differenza tra il prezzo intero del biglietto e quanto pagato in base alla Convenzione INT più una soprattassa di 8,00 euro. Per quanto non espressamente disciplinato si rimanda a quanto previsto nelle “Condizioni Generali di Trasporto di Trenitalia” presenti sul sito www.trenitalia.com.

Responsabile della pubblicazione: Redazione web

Ultimo aggiornamento: 22/12/2020