Struttura Semplice Oncologia Medica Toraco-Polmonare

Descrizione:

La Struttura Semplice di Oncologia Medica Toraco-polmonare si occupa del trattamento medico delle neoplasie del distretto toracico: neoplasie polmonari, mesotelioma pleurico, patologie del timo. Si tratta di patologie complesse che richiedono un approccio diagnostico e terapeutico coordinato da più specialisti. Il concetto di centralità del paziente e sua presa in carico sono elementi fondamentali a cui si ispirano tutte le figure coinvolte nel processo di cura. Crediamo fortemente nella multidisciplinarietà strutturata secondo differenti modalità in relazione agli specifici momenti del percorso del paziente, da quello diagnostico a quello della condivisione della scelta terapeutica. La Struttura si è per questo impegnata nella  istituzione di un PDTA (percorso diagnostico-terapeutico) denominato CAT (Centro Accoglienza Toracica) rivolto a pazienti con sospette neoplasie toraciche presi in carico a partire da una “prima visita multidisciplinare”, nell’ambulatorio di chirurgia toracica, in presenza del chirurgo, dell’ oncologo e dello pneumologo e con il supporto di un “Case Manager” dedicato. Alla luce del quadro clinico-radiologico vengono prescritti ulteriori esami strumentali e la procedura bioptica più adeguata, nel rispetto di tempistiche controllate, aspetto particolarmente importante soprattutto nei pazienti con malattia in fase avanzata. Una tempistica garantita è anche quella successiva alla biopsia rispetto alla formulazione della diagnosi istologica e alla definizione del profilo biomolecolare, indispensabile per la scelta nell’ambito della terapia medica. A percorso concluso, il paziente viene assegnato alle cure dello specialista di competenza chirurgo, oncologo, radioterapista. Anche per pazienti che abbiano già diagnosi di neoplasie polmonari o di mesotelioma pleurico e che necessitino di valutazioni di trattamento integrato insieme al radioterapista ed al chirurgo, esistono spazi di “prima visita multidisciplinare” all’interno delle  prime visite oncologiche dedicate alla patologia toracica. Per i pazienti affetti da neoplasie timiche, è stato invece istituito uno spazio a loro dedicato denominato “CANTOR“ (Centro Accoglienza Neoplasie TOraciche Rare) che si impegna a garantire un adeguato inquadramento diagnostico-terapeutico e si avvale anch’esso del supporto di un “Case Manager”. Una ulteriore opportunità di confronto a cadenza settimanale, ma in assenza del paziente, è offerta dallo “staff multidisciplinare”, in carico ai colleghi chirurghi, a cui partecipano specialisti delle diverse discipline tra cui oncologi, radioterapisti, radiologi, medici nucleari, pneumologi, anatomo-patologi, per la condivisione di strategie diagnostiche e/o terapeutiche di pazienti degenti o ambulatoriali che ne abbiano indicazione. Altro aspetto che ci caratterizza in maniera forte è quello della ricerca clinica. Abbiamo numerosi programmi di studio da potere proporre ai pazienti relativi a nuove strategie terapeutiche o ad impiego di nuovi farmaci specifici per le diverse patologie nelle varie fasi di malattia. Ad ogni paziente, se indicato, verrà proposto di aderire ad un programma di studio, in alternativa al trattamento convenzionale, dandone adeguata spiegazione e tempi per una scelta consapevole. Per i pazienti candidati al trattamento convenzionale, abbiamo creato un network denominato “Insieme per le Neoplasie Toraciche” che riunisce numerosi Centri oncologici distribuiti sul territorio nazionale a cui affidare pazienti che non risiedono a Milano, in modo da potere effettuare cure vicino al domicilio con una qualità da noi garantita. Crediamo nella continuità di cura e nella necessità di prenderci carico del paziente, cercando di associare al migliore trattamento oncologico attivo la attenta gestione dei possibili effetti collaterali nonché dei sintomi, a salvaguardia della qualità di vita.  Infine crediamo nella importanza della prevenzione e della necessità di cessazione del fumo attivo quale parte integrante del piano di cura. A tale proposito esiste in INT un Centro antifumo che mette a disposizione tutte le possibili opzioni farmacologiche/psicologiche di supporto a cui i pazienti possono rivolgersi.

Responsabile:

Marina Chiara Garassino

Struttura Semplice Oncologia Medica Toraco-Polmonare

Note:

Dr.ssa Garassino 
Telefono: (+39) 02.2390 3813
Fax: (+39) 02. 2390 2149
Mail: marina.garassino@istitutotumori.mi.it

Segreteria 
Sig.ra Carla Ghisani
Telefono: (+39) 02.23903822
Mail: carla.ghisani@istitutotumori.mi.it

Segreteria studi clinici
Sig.ra Miriam Fink
Telefono: (+39) 02.23902757
Mail: garassino.studiclinici@istitutotumori.mi.it

SERVIZIO CUPtel:
Per Migliorare l’accessibilità alle prestazioni della Fondazione è stato acquisito un nuovo sistema di prenotazione telefonica centralizzata tramite CUP. Il Numero è quello del centralino: (+39) 02.2390 1.
Da qui un risponditore automatico indirizzerà sulle varie opzioni per prenotare:

  1. Visite e prestazioni ambulatoriali (prime visite e visite di secondo parere selezionate per patologia);
  2. Esami di Radiodiagnostica;
  3. Esami di Medicina Nucleare;
  4. Visite di Radioterapia.


Attraverso il servizio di prenotazione CUPtel è possibile prenotare visite ed esami sia in regime di convenzione con il Sistema Sanitario Nazionale(SSN)sia in regime di Libera Professione/intramoenia (LP).

Orario di apertura:
Dal lunedì a venerdì dalle 08:30 alle 16:00 per gli appuntamenti per visite e prestazioni ambulatoriali con il Servizio Sanitario Nazionale.
Dal lunedì a venerdì dalle 11:00 alle 19:00 per gli appuntamenti per le visite in regime di Libera Professione.
Dal lunedì al venerdì dalle 08:30 alle 16:00 per gli appuntamenti con il Servizio Sanitario Nazionale e la Libera Professione della Radiodiagnostica, medicina Nucleare, Radioterapia.

Il servizio CUPtel non è accessibile dai telefoni interni. Salvo che per le visite in regime di libera professione intramurale, per le visite in convenzione con il SSN è sempre  richiesta una impegnativa per “prima visita oncologica”, recante il quesito clinico e la patologia d’interesse. Una volta programmata la visita, si richiede al Paziente, all’ingresso in Istituto, di recarsi presso il CUP per l’accettazione della visita. 
Il personale amministrativo darà indicazioni sul luogo della visita. 
Le “prime visite” vengono effettuate tutti i giorni in orari diversificati per area patologica.

Nota Bene: Le visite condotte attraverso il Sistema Sanitario Nazionale richiedono necessariamente la presenza del paziente a differenza del regime di Libera Professione ove è prevista la possibilità di  ricevere pareri specialistici in assenza del paziente  ma con delega di chi lo rappresenta.