Struttura Semplice Tumori Peritoneali

$viaIndirizzoStruttura.getData()

Descrizione:

Il Programma di Ricerca e Cura dei Tumori Peritoneali è attivo presso il nostro Istituto dal 1995 ed è orientato alla ricerca scientifica ed al trattamento clinico delle neoplasie primitive e metastatiche del Peritoneo.


Rientrano in tale gruppo di tumori:

  • Mesotelioma Peritoneale,
  • Pseudomixoma Peritonei,
  • Carcinoma Sieroso Papillare Primitivo Peritoneale e le Metastasi Peritoneali (definite anche Carcinosi) da Carcinoma Colo Rettale, da Carcinoma Gastrico e da Neoplasie non neuroendocrine dell’Appendice Ciecale.


Considerati in passato malattie incurabili, i Tumori Peritoneali hanno suscitato nell’ultimo ventennio gli interessi della comunità medico-scientifica che ha messo a punto dei trattamenti che oggi consentono di ottenere importanti risultati. Presso la nostra Istituzione, l’approccio multidisciplinare che coinvolge chirurghi, oncologi medici, biologi, patologi, nutrizionisti e psicologi, ha consentito di ottimizzare le attività di studio, cura e gestione dei Tumori Peritoneali. È oggi pertanto possibile garantire le migliori cure, chirurgiche, mediche e biologiche, ed un’adeguata qualità di vita ad ogni singolo paziente trattato. Ciò conformemente alle Linee Guida Internazionali e della Rete Oncologica Lombarda (ROL).

L’insieme di procedure di diagnosi e trattamento dei Tumori Peritoneali, costituiscono una complessa disciplina, spesso ad elevato contenuto tecnologico, relativamente giovane, che coinvolge competenze prevalentemente chirurgiche ma anche oncologiche e biologiche. Tale disciplina consente oggi, se ben applicata, di definire il migliore trattamento in relazione alle caratteristiche biologiche, istologiche e di estensione dei singoli tumori. Tale processo iniziale ed imprescindibile è il più complesso nell’approccio al paziente ed è presupposto fondamentale per l’efficacia delle cure di cui disponiamo. L’intensa attività di ricerca ed innovazione tecnologica è stata nel tempo particolarmente orientata al perfezionamento di trattamenti innovativi quali la  Chirurgia Citoriduttiva con manovre di Peritonectomia (CRS-PP) e la Chemio Ipertermia Intra Peritoneale (HIPEC) che, assieme alle cure mediche e biologiche spesso personalizzate, consentono di migliorare la quantità di vita aggiungendone qualità.

Con gli oltre 20 anni di esperienza, l’Istituto rappresenta un Centro di Eccellenza ed un riferimento nazionale ed internazionale per i pazienti affetti da Tumore Peritoneale. L’esperienza clinica è basata su un elevato volume annuo di valutazioni multidisciplinari, su oltre 800 pazienti trattati con CRS-PP HIPEC.

Responsabile:

Marcello Deraco

Telefono:

Email:

Struttura Semplice Tumori Peritoneali

Responsabile

Le “prime visite” SSN vengono effettuate nella giornata di venerdì presso l’Ambulatorio Tumori Peritoneali. Le visite Private vengono svolte in attività extramoenia.

Le prenotazioni possono essere effettuate:
telefonando al Centro Unico Prenotazione dell’Istituto, al numero 02 2390 1 (dalle 8.30 alle 16.00 dal lunedì al venerdì)

Per ogni tipo di prenotazione (anche telefonica) è necessario disporre della tessera sanitaria, della prescrizione medica e del codice fiscale.

Le “prime visite” vengono effettuate negli spazi dell’Ambulatorio Generale sito al piano terra, stanza G il venerdì dalle 08.30 alle 11.00

La “prima visita” può riguardare:
Pazienti con diagnosi di neoplasia peritoneale primitiva  o secondaria
 che desiderino essere presi in carico presso la Struttura


La presenza del Paziente consente evidentemente una valutazione completa del caso. In assenza del Paziente, è possibile fornire pareri sulla documentazione clinica recata in visione solo con il consenso del Paziente stesso.

È richiesta una impegnativa per “prima visita chirurgica”, recante il quesito clinico. Si richiede al Paziente, all’ingresso in Istituto, di recarsi presso il CUP (piano terra) per l’accettazione della visita.

Data la particolarità delle neoplasie seguite dalla Struttura, è richiesta di regola la revisione dei preparati istologici, con l’obiettivo di migliorare l’inquadramento clinico. È auspicabile che siano disponibili sezioni colorate e sezioni non colorate della neoplasia (o incluso in paraffina).

La disponibilità di sezioni non colorate o del blocchetto in paraffina consente, oltre ad una più accurata valutazione immunoistochimica, anche alcune valutazioni biomolecolari, ove ritenuto utile.

È indispensabile che i preparati istologici siano accompagnati da copia dell'esame istologico originario.

  • Mesotelioma Peritoneale,
  • Pseudomixoma Peritonei,
  • Carcinoma Sieroso Papillare Primitivo Peritoneale e le Metastasi Peritoneali (definite anche Carcinosi) da Carcinoma Colo Rettale, da Carcinoma Gastrico e da Neoplasie non neuroendocrine dell’Appendice Ciecale.

Approfondimenti