Attività di Ricerca

La Struttura di Medicina Nucleare segue diverse attività di ricerca sostenuta da Grant di Enti privati e pubblici sia nel settore della diagnostica che in quello della terapia. I filoni più importanti di ricerca sono elencati di seguito in termini molto sintetici, in quanto notizie più dettagliate sono reperibili nello Scientific Report che l’Istituto pubblica annualmente.
 

Studi di radiochimica e messa a punto di Radiofarmaci innovativi 

Nei laboratori di Radiochimica PET sono stati e vengono sintetizzati radiofarmaci innovativi estremamente utili nella diagnostica oncologica come  la 18F-FLT (fluorolevotimidina: marcatore in vivo di proliferazione cellulare), la 18F-FET (fluoroetiltirosina: marcatore in vivo dei tumori cerebrali), il 68Ga-DOTATOC (marcatore in vivo dei tumori neuroendocrini).
Inoltre sono stati sviluppati radiofarmaci efficaci anche in ambito terapeutico come gli analoghi della somatostatina radiomarcati con 90Y e 177Lu che si sono rilevati di particolare efficacia nei pazienti con tumori neuroendocrini non responsivi alle terapie convenzionali. 

 

Oltre allo sviluppo di nuovi radiofarmaci la Struttura è attivamente impegnata anche nello studio di approcci metodologici innovativi. Possono essere brevemente ricordati:

1)    Studio del linfonodo sentinella in diverse patologie oncologiche (carcinoma mammario, melanoma, tumori ginecologici, tumori del distretto urologico etc,)
2)    Studi radiolocalizzazione durante interventi chirurgici (carcinomi della tiroide, tumori neuroendocrini)
3)    Trattamenti loco-regionali in pazienti con epatocarcinoma mediante infusione endoarteriosa di particelle radio marcate (radioembolizzazione)
4)    Studi dosimetrici finalizzati alla valutazione e calcolo pre-terapeutico delle attività ottimali  di radiofarmaco da somministrare al paziente consentendo di ottenere la massima attività terapeutica e nel contempo di minimizzare gli effetti collaterali su organi sani. Questi studi sono applicati per i trattamenti con radioiodio (tumori tiroidei), 131I-mIBG (neuroblastoma), 177Lu-DOTATOC (tumori neuroendocrini), 90Y-microsfere (epatocarcinoma).