Struttura Semplice Dipartimentale di Chirurgia Oncologica in fascia Pediatrica

$viaIndirizzoStruttura.getData()

Descrizione:

I principali obiettivi della Struttura Semplice Dipartimentale di Chirurgia Oncologica in fascia Pediatrica possono essere così riassunti:

  • Assicurare attraverso una stretta  e continua collaborazione con la S.C. Pediatria Oncologica (a cui spetta l’azione di coordinamento) e coinvolgendo, quando necessario, le diverse Strutture del  Dipartimento di Chirurgia il miglior trattamento possibile nell’ottica della multidisciplinarietà.
  • Fornire, in proprio, l’assistenza chirurgica ai pazienti con neoplasie retro peritoneali, pelviche, gonadiche (che da sole rappresentano più del 60% dell’attività chirurgica maggiore).
  • Assicurare una presenza continua per le urgenze chirurgiche sia di reparto che ambulatoriali.
  • Partecipare alla discussione multidisciplinare che settimanalmente definisce il percorso terapeutico sia dei nuovi casi clinici che dei pazienti con ricaduta di malattia.
  • Collaborare, quando necessario, con la S.C. Pediatria Oncologica alla prosecuzione, ma, soprattutto alla  stesura di nuovi  protocolli di ricerca clinica per quanto riguarda la chirurgia oncologica nei tumori solidi dell’età pediatrica.

Telefono:

Email:

Struttura Semplice Dipartimentale di Chirurgia Oncologica in fascia Pediatrica

I principali obiettivi della Struttura Semplice Dipartimentale di Chirurgia Oncologica in fascia Pediatrica possono essere così riassunti:

  • Assicurare attraverso una stretta  e continua collaborazione con la S.C. Pediatria Oncologica (a cui spetta l’azione di coordinamento) e coinvolgendo, quando necessario, le diverse Strutture del  Dipartimento di Chirurgia il miglior trattamento possibile nell’ottica della multidisciplinarietà.
  • Fornire, in proprio, l’assistenza chirurgica ai pazienti con neoplasie retro peritoneali, pelviche, gonadiche (che da sole rappresentano più del 60% dell’attività chirurgica maggiore).
  • Assicurare una presenza continua per le urgenze chirurgiche sia di reparto che ambulatoriali.
  • Partecipare alla discussione multidisciplinare che settimanalmente definisce il percorso terapeutico sia dei nuovi casi clinici che dei pazienti con ricaduta di malattia.
  • Collaborare, quando necessario, con la S.C. Pediatria Oncologica alla prosecuzione, ma, soprattutto alla  stesura di nuovi  protocolli di ricerca clinica per quanto riguarda la chirurgia oncologica nei tumori solidi dell’età pediatrica.

La struttura collabora attivamente con la S.C. Pediatria Oncologica.