Innovazioni per il paziente: premiato l'INT

Innovazioni per il paziente: premiato l'INT

19 settembre 2019

News dall'istituto

Innovazioni per il paziente: premiato l'INT

Gestione della complessità del paziente cronico nella programmazione degli interventi chirurgici” è il titolo del lavoro dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT) che lo scorso 12 settembre ha ricevuto dalla Società Italiana Medici Manager (SIMM) il premio Paolo Campanella quale migliore contributo presentato al XII Congresso Nazionale “Più anziani e più sani: una sfida da realizzare attraverso un SSN moderno e sostenibile”. INT è stato premiato per  l'innovativo approccio al percorso chirurgico e alla gestione della complessità clinico-assistenziale del Paziente. Il progetto è stato reso possibile grazie a una forte coesione e collaborazione tra il Dipartimento di Chirurgia (direttore dott. Roberto Salvioni) e il Dipartimento di Area Critica e di Supporto (direttore prof. Franco Valenza).
Nel 2017 la Direzione Strategica dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano ha lanciato un programma di miglioramento del percorso chirurgico: il progetto premiato si è posto come obiettivo la revisione delle regole di programmazione in condivisione tra i vari professionisti, secondo un approccio analitico basato sulle evidenze.  
Questo importante riconoscimento stimola ulteriormente lo sviluppo di innovative strategie da parte di INT. L’Istituto negli ultimi anni sta investendo particolari sforzi nello sviluppo della Gestione Operativa quale leva strategico-gestionale per il miglioramento dei percorsi.  “Oggi -  sottolinea l'ingegnere Michele Torresani, operation manager di INT -  il contesto sanitario richiede di applicare un rigoroso approccio analitico volto alla misurazione dei risultati e di lavorare in team multi-professionali che riescano a condividere le proprie competenze al servizio dello snellimento del percorso del Paziente e al miglioramento della cooperazione tra i professionisti sanitari”.  
INT a tutt’oggi rappresenta un importante Centro di riferimento per il percorso chirurgico dei malati oncologici: dati alla mano, il 40% dei pazienti che necessitano di un intervento chirurgico proviene da fuori Regione Lombardia. 
 

ultime dall istituto
Ultimo aggiornamento: 19/09/2019