Altre informazioni per il paziente

Particolare attenzione é dedicata all'informazione dei pazienti afferenti alla S.C. Radioterapia Oncologica 1: il percorso di cura viene illustrato mediante materiali e strumenti informativi che contribuiscono ad orientare i pazienti ed i loro accompagnatori.

E’ disponibile una pubblicazione di AIMaC intitolata "La radioterapia", il cui testo è scaricabile in formato PDF, nonché consultabile on-line sul sito dell'Associazione AIMaC.

L’ Ufficio Relazioni con il Pubblico ha inoltre attivato il Progetto Ulisse una serie di iniziative di informazione e supporto per i pazienti ammalati di tumore e per chi li accompagna in questo percorso. Gli incontri dedicati alla radioterapia si svolgono ogni ultimo lunedì del mese. L’URP ha anche realizzato un opuscolo esplicativo sulla radioterapia.

Alle pazienti affette da tumore della mammella, in cura presso la Radioterapia Oncologica 1, viene presentato, in occasione del primo incontro per la simulazione del trattamento, un video in cui sono illustrate le convenzionali procedure di preparazione e realizzazione del trattamento radioterapico che affronteranno. Attraverso le immagini delle diverse tappe del percorso tecnico e clinico e con le spiegazioni degli operatori coinvolti, le pazienti trovano risposta alle più frequenti domande con attenuazione dei disagi e delle preoccupazioni connessi alla cura. E’ inoltre disponibile una brochure multilingue informativa, il cui testo nelle diverse lingue è scaricabile.

Nel 2011, col supporto della Fondazione Magica Cleme Onlus e grazie ad un’idea originale di due membri dello staff tecnico, la struttura ha realizzato e pubblicato con Carthusia Edizioni un libro illustrato intitolato “Il gatto che aveva perso la coda”: una fiaba scritta per spiegare la radioterapia ai bambini più piccoli utilizzando un linguaggio non tecnico ma emozionale, allo scopo di facilitare l’approccio del bambino alle procedure radioterapiche ottenendone la collaborazione e così riducendo la necessità di utilizzare l’anestesia generale per il trattamento radiante.

La SC Radioterapia 1 e il team di progetto, diretti dal Prof. Valdagni, hanno partecipato inoltre allo studio REQUITE (www.requite.eu)Validazione di modelli predittivi e di biomarcatori di tossicità radioindotta al fine di ridurre gli effetti collaterali e migliorare la qualità di vita nei pazienti in controllo locale), finanziato dalla Commissione Europea. Lo scopo di questo studio internazionale è quello di cercare di prevedere quali tra i pazienti che ricevono radioterapia sono più soggetti di altri a riportare effetti collaterali per il tumore al seno, alla prostata e ai polmoni.  Il progetto ha coinvolto 26 ospedali in 8 paesi ed ha prodotto alcuni materiali informativi utili per i pazienti: