News ricerca



Importante riconoscimento per gli studi sul tumore al seno

Il lavoro, pubblicato su Cellular Oncology, è tra i più importanti del 2016 per “Change the World, One Article at a Time”. Tra gli autori anche Anna Villarini e Franco Berrino dell’INT



INT, la ricerca che verrà: un viaggio virtuale alla scoperta della ricerca

Durante la Giornata della Ricerca 2017, nell’atrio dell’Istituto Nazionale dei Tumori, i ricercatori e i medici dell’INT hanno accompagnato i presenti in un viaggio virtuale alla scoperta della ricerca attraverso sei tappe (prevenzione, ricerca preclinica, nuovi farmaci e nuove terapie, cure palliative e supporto al paziente, progetti del 2016 finanziati col 5x1000) per capire cosa vuol dire essere ricercatore.

Riproponiamo in questa sezione ogni settimana due poster esposti proprio in quell’occasione.



Programma di mobilità internazionale INT

Programma della Direzione Scientifica della Fondazione IRCCS - Istituto Nazionale dei Tumori a sostegno della mobilità internazionale dei ricercatori (incoming e outgoing)



"La ricerca che verrà": il futuro prossimo della ricerca nella battaglia contro il cancro

Comunicato stampa
"LA RICERCA CHE VERRÀ": IL FUTURO PROSSIMO DELLA RICERCA NELLA BATTAGLIA CONTRO IL CANCRO

Polo di eccellenza in oncologia, in fase di ingresso nella rete «Cancer Core Europe» dei 6 principali European Cancer Center, INT impiega 540 ricercatori in 27 laboratori. Nel 2016 sono stati 693 gli articoli pubblicati, 640 gli studi clinici realizzati con oltre venticinque mila pazienti coinvolti.
Screening per polmone e prostata e gli "algoritmi decisionali" per la profilazione genetico-molecolare dei pazienti sono i risultati più prossimi della ricerca nell'area della diagnosi precoce e della cura personalizzata.
Lectio Magistralis Ugo Amaldi, per parlare di adroterapia, come alternativa alla radioterapia classica in caso di resistenza.



La Giornata della Ricerca 2017 - La ricerca che verrà

Martedì 23 maggio 2017 - dalle 10.30 alle 13.30
Aula Magna Gianni Bonadonna - Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori
Via G. Venezian, 1 - 20133 Milano



CALL FOR RESEARCH VALUE 2017

The Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori (INT) is inviting applications to the Call for Research Value 2017, a funding scheme intended to promote the mobility of young researchers.

The Call is open to experimental and clinical researchers up to 35 years of age, offering them the opportunity of  a three-year period of research at INT, and consists of two different types of Grant:

The Incoming Mobility Grant is intended to finance researchers of any nationality working in different research Institutions at the time of submission and declaring their intention to carry out research at INT.

The Reintegration Grant is intended to finance young Italian researchers who have worked abroad for at least one out of the last three years, thus encouraging their return to Italy.



Per il farmaco “made in Italy” entrectinib, attivo contro un'ampia gamma di tumori, nuovi incoraggianti risultati con tassi di risposta pari al 79%

Comunicato stampa congiunto
Per il farmaco “made in Italy” entrectinib, attivo contro un'ampia gamma di tumori, nuovi incoraggianti risultati con tassi di risposta pari al 79%
Dalla ricerca italiana contro il cancro alla sperimentazione mondiale: i dati che comprovano l'efficacia del farmaco appena pubblicati su "Cancer Discovery"
Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori
Via G. Venezian, 1 - 20133 Milano



L'immunoterapico pembrolizumab prolunga la sopravvivenza nei pazienti con cancro alla vescica

Comunicato stampa
L'immunoterapico pembrolizumab prolunga la sopravvivenza nei pazienti con cancro alla vescica
Presentato all'Ecco - European Cancer Congress - di Amsterdam dal dottor Andrea Necchi dell'Istituto Nazionale dei Tumori lo studio Keynote-045
Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori
Via G. Venezian, 1 - 20133 Milano



Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC): sabato 28 gennaio tornano le arance della salute

Sabato 28 gennaio tornano le "Arance della Salute" di AIRC
Sana alimentazione, attività fisica e corretti stili di vita: tutti possiamo fare la nostra parte per prevenire il rischio di cancro. Quindicimila volontari AIRC colorano d’arancio 2.700 piazze e oltre 600 scuole con "Le Arance della Salute" per raccogliere nuove risorse da destinare al lavoro di circa 5.000 ricercatori e per promuovere l’importanza dei corretti stili di vita nel prevenire il rischio di cancro.




Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!