News istituto

Ancora riconoscimenti per il Progetto Giovani: le fotografie dei ragazzi sul Journal of Clinical Oncology

Non finiscono i riconoscimenti per il Progetto Giovani dell’Istituto Nazionale Tumori. Questa estate l’American Society of Clinical Oncology, la più importante società al mondo di oncologia clinica, lo ha celebrato con la pubblicazione, sia sulla prestigiosa rivista Journal of Clinical Oncology sia sull’ASCO POST, del racconto del progetto fotografico “La ricerca della felicità”, un progetto della durata di 9 mesi in cui 30 ragazzi tra i 14 e i 27 anni si sono messi in gioco con la fotografia, utilizzando questa forma artistica per raccontare in pochi scatti il loro cammino attraverso la diagnosi di cancro, la cura, il ritorno alla vita. Un’enorme soddisfazione per tutti.

Un nuovo modo di fare letteratura scientifica

Il Progetto Giovani, dedicato agli adolescenti e ai giovani adulti malati di tumore, è sviluppato all'interno della Struttura Complessa di Pediatria Oncologica diretta da Maura Massimino. Coordinato dal dottor Andrea Ferrari e supportato dall’Associazione Bianca Garavaglia, è un progetto unico nel panorama delle esperienze dei gradi centri oncologici internazionali. La pubblicazione su una rivista di tale prestigio dell’articolo “Searching for Happiness”, scritto da Ferrari con il contributo delle foto e delle testimonianze dei pazienti, dimostra non solo il valore del Progetto Giovani, ma anche come la comunità scientifica internazionale inizi a considerare progetti finalizzati all’attenzione della vita dei pazienti come di pari dignità scientifica rispetto ai classici studi clinici. Inoltre, apre la strada a una nuova forma di letteratura scientifica, in cui viene data voce diretta ai veri protagonisti del percorso di cura, i pazienti.

L’arte per raccontarsi
Non è la prima volta che all’interno del Progetto Giovani l’arte diventa strumento per prendersi cura dei ragazzi, aiutandoli a esprimere se stessi e a elaborare il proprio percorso di cura. Era già successo per esempio con Palle di Natale, quando attraverso la musica i pazienti adolescenti raccontavano, con oltre 6 milioni di visualizzazioni, il loro bisogno di “normalità” e l’importanza di percorsi dedicati, capaci davvero di guardare alla persona malata in modo diverso, prendendosene cura nella sua globalità. E questo è ancor più importante con i giovani adolescenti

 

Link utili:
Lo studio apparso sul Journal of Clinical Oncology (link)
Il post di ASCO (link)
Il sito del Progetto Giovani
La canzone Palle di Natale

 

 




Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!