News corsi ed eventi

Il governo dell'innovazione farmaceutica: modelli di gestione sostenibile dei farmaci oncologici innovativi ad alto costo

Workshop: "Il governo dell'innovazione farmaceutica: modelli di gestione sostenibile dei farmaci oncologici innovativi ad alto costo"
10 marzo 2017 - Ore 10.30/17.00
Palazzo Pirelli - Sala Pirelli
Via F. Filzi, 22 - 20124 Milano

Milano, 8 marzo 2017. Come conciliare la limitatezza delle risorse finanziarie disponibili con l'elevato costo dei farmaci più innovativi, garantendo sostenibilità al sistema oncologico, accesso alle cure e remunerazione della ricerca promossa dalle aziende? E come rendere questi concetti scientifici ed economici alla portata di milioni di cittadini che, alla luce dell'impatto sociale dei tumori, devono direttamente o indirettamente confrontarsi con queste malattie? In Italia sono oltre tre milioni le persone che vivono dopo una diagnosi di cancro. Ogni anno la popolazione dei pazienti aumenta di 90.000 persone. Ormai, ad eccezione dei tumori della cute, il 55% degli uomini e il 63% delle donne colpiti da patologie oncologiche sopravvive nei cinque anni successivi alla diagnosi. A questi dati però fa riscontro il problema della sostenibilità e dell'accesso alle terapie innovative che insieme ai progressi nelle tecnologie di diagnosi stanno cambiando le prospettive per i pazienti. In Italia i tumori più frequenti sono nell'ordine quello del colon-retto (con 52.000 nuove diagnosi stimate), della mammella (circa 50.000 nuovi casi) e del polmone (41.000 nuovi casi). La sopravvivenza più alta a 5 anni si registra per il tumore della mammella (85,5%), per il tumore del colon (60,8%) e del retto (58,3%), mentre quella per il tumore del polmone è pari al 14,3%, più elevata rispetto alla media europea.

Per tutte queste neoplasie sono o stanno per rendersi disponibili terapie innovative, ma l'innovazione, soprattutto in oncologia, deve sempre fare i conti con il problema dell'accesso legato sia ai costi sia a ostacoli burocratici. La legge di bilancio 2017 vincola le risorse aggiuntive a obiettivi specifici quali: farmaci oncologici, farmaci innovativi, stabilizzazioni, vaccini, rinnovi contrattuali, premialità sui Lea. Regione Lombardia ha voluto stendere raccomandazioni grazie al contributo di professionisti per rendere omogenei e appropriati i criteri con cui alcuni farmaci antineoplastici ed alcune procedure vengono prescritte nei diversi centri di patologia. Lo strumento utilizzato è l'interpretazione dei dati della letteratura da parte di professionisti con particolare esperienza nelle singole patologie. Attraverso le reti di patologia, farà modo che ciascun paziente possa ricevere un trattamento adeguato alle sue necessità in modo omogeneo su tutto il territorio regionale, evitando faticosi spostamenti in centri di riferimento se non necessari. Apriranno i lavori gli esponenti regionali Fabio Rolfi, Presidente III Commisione permanete - Sanità e politiche sociali Regione Lombardia, Angelo capelli, Vicepresidente III Commissione permanente - Sanità e politiche sociali Regione Lombardia e Massimo Medaglia, Dirigente Struttura Farmaco, dispositivi e HTA, Regione Lombardia.

Per maggiori informazioni:
• Workshop "Il governo dell'innovazione farmaceutica" - Programma (PDF)




Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!