Caratteri più grandi Reimposta caratteri Caratteri più piccoli

Tumori stromali gastrointestinali (GIST)

•Studio a bracci multipli, multicentrico , di fase Ib di valutazione della dose di imatinib in associazione all’inibitore orale della fosfatidil-inositolo-3 chinasi (PI3-K) BKM120 in pazienti con tumori gastrointestinali stromali (GIST) che abbiano fallito la terapia precedente con imatinib e sunitinib
Questo studio clinico è rivolto a Pazienti con tumore stromale gastrointestinale (GIST), nei quali il trattamento precedente con imatinib e sunitinib (Sutent®) non ha funzionato. I Pazienti partecipanti allo studio ricevono il trattamento con imatinib (Glivec®) e BKM120. Imatinib (conosciuto come Gleevec® negli Stati Uniti, in Canada e in Australia e Glivec® nei restanti Paesi del mondo) è una terapia standard per il GIST metastatico. BKM120 è un nuovo farmaco che sarà valutato in questo studio e che non è ancora in commercio in nessun Paese. BKM120 è stato valutato in altri studi clinici e oltre 200 pazienti con tumori solidi in stadio avanzato hanno già ricevuto BKM120. Imatinib e BKM120 sono denominati farmaci “a bersaglio molecolare”, cioè sono farmaci che bersagliano particolari processi cellulari ritenuti la causa della malattia. Ci sono evidenze che quando utilizzati insieme i due farmaci si potenziano l’uno con l’altro aiutando a mantenere la malattia sotto controllo. Si prevede di arruolare in totale 50 Pazienti, in diversi centri situati in Europa, negli Stati Uniti e in Canada. La durata stimata del trattamento è di circa 12 mesi.

• Studio di fase II per valutare l’attività e la sicurezza di Everolimus in associazione a Imatinib come terapia di prima linea nei pazienti affetti da tumore stromale gastrointestinale, caratterizzato da mutazione a carico dell’esone 18 del gene PDGFRA (D842V), in fase metastatica e/o avanzata
Questo studio prevede l’utilizzo di Everolimus in combinazione ad Imatinib, come prima linea di trattamento, in Pazienti affetti da GIST caratterizzato da specifica mutazione dell’esone 18 del gene di PDGFRA, D842V, in fase avanzata (inoperabile o metastatica) di malattia. Everolimus è un farmaco ad azione molecolare mirata, non registrato in questa malattia, ma già utilizzato convenzionalmente in altre situazioni (come immunosoppressore nei pazienti che hanno effettuato un trapianto di organo) e approvato in altri tipi di tumore, come il carcinoma renale e il carcinoma neuroendocrino pancreatico. Lo studio viene condotto solo presso questo Centro e prevede l’arruolamento di 25 Pazienti in 2 anni.


Torna alla pagina precedente

S.C. Medicina Oncologica 1

La struttura complessa di medicina Oncologica 1 è organizzata per garantire ai Malati affetti da diverse patologia tumorale di essere seguiti da uno staff medico e infermieristico specializzato e con esperienza professionale specifica.


Leggi tutto

Attività Clinica

L’attività diagnostica e di follow-up della S.C. ORL  è condotta in ambulatori dedicati a specifici aspetti della patologia di testa e collo.

Leggi tutto

Attività di Ricerca

In collaborazione con SSD Oncologia Medica  di Testa e Collo, presso la SC Otorinolaringoiatria sono reclutati pazienti per diversi studi.

Leggi tutto

Attività Didattica

La SC Otorinolaringoiatria è sede ospedaliera della attività didattica della Scuola di Specializzazione in Otorinolaringoiatria e in Chirurgia Maxillo-Facciale della Università degli studi di Milano.

Ultimo aggiornamento: 11-03-2013 15:47:55

[ Indietro ]

Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!